In che modo il marketing digitale sta cambiando il settore della ristorazione

Randy Kershner
Luglio 26, 2019

Il digitale ha stravolto quasi ogni settore per tanti versi, ma pochi settori hanno avuto un impatto drastico come quello della ristorazione. I consumatori sono oggi più informati sul cibo e le possibilità ristorative, e molto più esigenti sul tipo di esperienza offerta.

Per restare al passo con questa trasformazione, i ristoranti devono fornire un’esperienza superiore da ogni punto di vista, dalla qualità e varietà del cibo alla possibilità di ordinare online. Oltre a questi cambiamenti culturali nei consumatori, lo scenario è cambiato ancora di più nel restaurant marketing, con l’avvento e l’evoluzione di strumenti e tecnologie del marketing digitale.

La portata del cambiamento

I metodi tradizionali di raggiungere i clienti e costruire la fedeltà sono cambiati a causa di una serie fattori, quali:

Se tutto ciò può sembrare impegnativo per il marketing ristorativo, gli scenari mutevoli della ristorazione e del digitale presentano anche enormi opportunità di guadagnare di più. Se i baby-boomer e la Gen X sono attualmente i maggiori consumatori, i millennial diventeranno i più grandi consumatori del settore della ristorazione nei prossimi dieci anni, quando raggiungeranno piena indipendenza economica. E vi sono altre buone notizie per i marketer.

Ordini digitali, consegna e cibo da asporto: Una potente tripletta

Globalmente, i consumatori hanno aumentato gli ordini dai dispositivi mobile del 130% nel 2018 rispetto al 2016, e i download globali delle cinque principali app di consegna sono cresciuti del 115% durante lo stesso periodo, secondo la ricerca di App Annie. Il Gruppo NPD prevede che gli ordini digitali dai ristoranti triplicheranno in volume entro la fine del 2020, con il mobile in testa.

I consumatori vogliono interagire con i ristoranti

È stato chiesto ai consumatori da quali tipi di aziende hanno maggiore interesse a ricevere messaggi personalizzati: più della metà degli utenti internet USA (52%) ha scelto ristoranti e bar. In modo simile, se si chiede loro a quali tipi di programmi fedeltà si sono registrati, gli utenti internet USA hanno messo i ristoranti in alto nella lista, appena dopo il retail, i supermercati e le farmacie. I millennial in particolare indicano i programmi fedeltà come uno dei principali incentivi all’acquisto.

Esempi innovativi

Chronodrive e un nuovo concetto di shopping online. L’azienda francese permette ai clienti di effettuare ordini online e scegliere un’ora per ritirarli di persona in una delle sedi “drive-through”. Quando arrivano, l’addetto delle consegne in loco porta l’ordine fino alla macchina per un ritiro rapido. Chronodrive utilizza la marketing automation per incentivare gli acquisti ripetuti tramite voucher e offerte speciali, e inviare messaggi personalizzati ai clienti per rammentare loro di effettuare e ritirare gli ordini.

Sligro centralizza i dati e fornisce comunicazioni personalizzate. Il brand di servizi culinari ha aperto una nuova sede per eventi legati al cibo, attraendo oltre 15.000 visitatori e 1.000 clienti nel primo anno. Sligro utilizza la piattaforma di marketing per centralizzare i dati, inviare comunicazioni personalizzate e semplificare la gestione degli eventi. (Scarica e leggi l’intero caso di studio Sligro qui.)

Per concludere, i clienti si aspettano un’esperienza impeccabile e personalizzata ogni volta che interagiscono con il tuo ristorante, indipendentemente dal canale. Il marketing ristorativo deve adottare una strategia creativa per rispondere ai cambiamenti della domanda dei consumatori e del settore in generale, utilizzando al contempo i dati raccolti dalle campagne per un’ottimizzazione continua. Critiche per il successo di qualsiasi strategia di restaurant marketing sono le seguenti componenti: