Prezi, un mezzo di narrazione visiva, ha utilizzato Selligent per creare esperienze di onboarding personalizzate per i suoi oltre 75 milioni di utenti in tutto il mondo

Azienda

PREZI

Settore

Media ed Editoria

Sito web prezi.com

Località

USA

Il Cliente

Prezi è un mezzo di narrazione visiva che consente ai presentatori di connettersi con maggiore potenza al proprio pubblico. A differenza delle normali slide, la panoramica di presentazione simile a una mappa di Prezi consente agli utenti di scorrere liberamente tra gli argomenti, ingrandire i dettagli e rispondere alle domande dei clienti man mano che si presentano nelle conversazioni. La nuova offerta dell'azienda, Prezi Business, aggiunge una suite di strumenti di creazione, collaborazione e analisi per i team.

 

Fondata a Budapest nel 2009, la società prende il nome da "prezi", la parola ungherese per presentazione. Da allora, la società è cresciuta fino a oltre 75 milioni di utenti in tutto il mondo e ha aperto un secondo ufficio a San Francisco. Prezi è stato costruito attorno all'idea che i nostri cervelli siano cablati per specifici tipi di contenuti. Quando le statistiche diventano storie visive e le lezioni si trasformano in conversazioni bidirezionali, i relatori possono coinvolgere meglio il proprio pubblico.

Bonnie Coombs

"Abbiamo aiutato gli utenti a utilizzare la nostra piattaforma entro 30 giorni, li abbiamo trattati personalmente e lo abbiamo fatto su vasta scala".

Bonnie Coombs
Email Marketing Manager, Prezi

 

 

La sfida

La struttura di presentazione dinamica e non lineare di Prezi è unica e attraente e ha molte funzioni che gli utenti desiderano conoscere. L'onboarding è una parte fondamentale del programma di fidelizzazione della società, poiché un elevato successo con il prodotto porta di conseguenza a un numero più alto di rinnovi.

"Volevamo avere esperienze di onboarding diverse per i nostri due prodotti e riflettere sul fatto che entrambi possono essere vissuti come una squadra, un singolo utente o un team in prova", afferma Bonnie Coombs, Email Marketing Manager di Prezi. "Abbiamo migliaia di utenti che si registrano ogni giorno in tutte e nove le lingue supportate."

Per identificare le lacune di onboarding e creare una strategia di contenuto corrispondente, Prezi ha esaminato le ricerche di Google più comuni, identificato gli articoli di supporto più popolari e ottenuto feedback dal proprio team per il customer success interno, che lavora direttamente con i clienti.

Armato di nuove intuizioni, Prezi ha fatto un ulteriore sforzo per assicurarsi che tutte le comunicazioni di onboarding corrispondano alle esigenze di ciascun utente. "Abbiamo creato 35 email distinte, ciascuna con variazioni nella messaggistica in base al tipo di licenza di un utente e allo stato di pagamento, anche se ogni utente riceverà solo 7 o 8 comunicazioni. Abbiamo anche localizzato tutte e 35 le e-mail e le loro varianti in 9 lingue supportate" dice Coombs. Prezi ha ora sei campagne di marketing interconnesse. Ad esempio, il programma "Starter" si rivolge agli utenti registrati ieri e li indirizza alla corretta esperienza di onboarding in base alla durata della licenza.

Per supportare gli obiettivi aziendali e promuovere l'uso del prodotto, ogni comunicazione e-mail inviata agli utenti ricorda loro di effettuare l'aggiornamento a Prezi Pro (con un conto alla rovescia di prova) o di scaricare il prodotto (un promemoria che scompare se l'utente ha già scaricato). "Tutti i programmi hanno footer e banner diversi a seconda del tipo di licenza dell'utente e dei dati di segmentazione", afferma Coombs.

 

I risultati

Il team Prezi ha stabilito l'obiettivo di aumentare i KPI interni chiave relativi all'utilizzo del prodotto. Il team ha anche esaminato le email aperte e i clic unici. Per verificare il successo della campagna, Prezi ha confrontato queste metriche con i risultati della vecchia campagna di onboarding e con un gruppo di controllo che non ha ricevuto email.

Dopo sei mesi di programma, Prezi ha potuto constatare che la nuova strategia di onboarding funzionava. I KPI interni sono aumentati a un ritmo significativo rispetto alla vecchia campagna di onboarding e al gruppo di controllo. Il numero di email aperte e i clic unici sono anche migliorati rispetto alle serie originali. I dati hanno anche indicato che una migliore esperienza di onboarding stava avendo un impatto positivo sul business a lungo termine.

I risultati sono stati così positivi che Prezi sta progettando di migliorare la propria strategia di onboarding puntando a promuovere più contenuti regionali, come casi di studio locali in sincronia con le esigenze degli utenti a livello internazionale.

"Usando la funzione Lifecycle Marketing di Selligent, abbiamo creato sette programmi interconnessi - e ne aggiungeremo presto altri", afferma Coombs. "Pensiamo che la nostra campagna di onboarding abbia avuto successo perché abbiamo ascoltato ciò che i nostri utenti ci dicevano di aver bisogno".

Guarda la nostra piattaforma IN AZIONE

Prenota una demo