Come utilizzare i social media strategicamente e con successo? Quali sono gli errori più comuni da non compiere nella comunicazione sui social network?

 

Oggi la maggior parte dei clienti e di potenziali tali interagiscono con i brand attraverso i social media. Questo strumento di marketing è diventato quindi sempre più fondamentale per riuscire ad avere una comunicazione B2C immediata e smart. La presenza della propria azienda sui social network è ormai una prerogativa imprescindibile per poter raccontare in maniera adeguata e in un’ottica multicanale la storia del brand, creando al tempo stesso con gli utenti empatia e fidelizzazione.

Come utilizzare quindi i social media in un’ottica strategica e di successo? Quali sono i principali errori da evitare in una social media strategy?

 

Social network, come usarli in modo corretto?

Le strategie social nell’ambito della comunicazione aziendale sono diventate sempre di più parte integrante e fondamentale, specialmente negli ultimi anni. Mentre i social media marketer sono coloro che mettono a punto e definiscono una social media strategy, il social media marketing in senso ampio rappresenta una forma di web marketing che va a utilizzare una serie di piattaforme social con lo scopo di ottenere una comunicazione online profittevole e che, al tempo stesso, sappia creare empatia ed engagement con gli utenti. Con il social media marketing è infatti possibile fidelizzare utenti e clienti tramite la creazione e condivisione di contenuti testuali, immagini e video a carattere virale.

Il primo passo fondamentale per capire come usare i social network in maniera vincente consiste nel creare un social media plan. Alla base di qualsiasi utilizzo di piattaforme come Facebook, Instagram o Twitter ci deve essere infatti una strategia, fatta di obiettivi e KPI chiari e definiti. Le domande da porsi in questo senso dovranno quindi essere “che cosa si spera di ottenere attraverso l’uso dei social media?”, “qual è il target di riferimento e in che modo utilizza i social network?” e “che messaggio si vuole inviare al proprio pubblico e come gestire la relazione con esso?”.

Da qui si dovrà quindi passare a una fase di pianificazione, in cui si costruirà un vero e proprio piano editoriale social al cui interno dovranno essere presenti elementi fondamentali come:

  • data e ora di pubblicazione dei post;
  • rubriche tematiche;
  • copy e grafica da utilizzare nei post;
  • eventuale presenza di link tracciati che rimandino al proprio sito web;
  • eventuale budget destinato alle sponsorizzazioni dei post.

Fra gli altri elementi che possono collaborare al successo della propria social media strategy vi è anche l’analisi e il monitoraggio di ciò che fanno i propri concorrenti diretti. Prendere spunto e verificare sulle pagine social dei competitor quali sono i contenuti che performano meglio è fondamentale per avere consapevolezza di quali aree tematiche andare a presidiare. La misurazione dei risultati ottenuti tramite la condivisione o sponsorizzazione dei post presenti sui propri canali social media è poi un’altra best practice da seguire, in quanto è proprio tramite l’analisi delle performance dei contenuti social che è possibile comprendere se la direzione che si è scelto di intraprendere è quella giusta o se è invece necessario apportare delle modifiche.

Molto spesso però nell’utilizzo dei social media possono essere compiuti degli errori o delle sviste che però sarebbe meglio evitare. Quali sono i più comuni?

 

Social media strategy, quali sono gli errori da evitare?

A volte si può pensare che inserire tanti hashtag all’interno dei propri post sui social network porti un incremento nell’engagement e nelle interazioni. In realtà un utilizzo poco strategico degli hashtag non porta un valore aggiunto: aggiungere “cancelletti” prima di ogni parola o, addirittura, preposizione, genera soltanto confusione nell’utente, che si troverà di fronte a un messaggio poco chiaro e difficile da leggere.

Fra gli errori più frequenti che si riscontrano all’interno di un social media plan, vi è poi anche l’uso dello stesso post su social network differenti. Bisogna invece saper distinguere fra le diverse piattaforme, per cui è bene creare e condividere contenuti differenti. Instagram è, ad esempio, un social network strategico per la creazione e promozione della propria brand identity tramite immagini e video coinvolgenti, mentre Facebook è un canale che ha un ruolo maggiormente informativo, che può essere utilizzato ad esempio per la corporate communication e la gestione di eventi rilevanti per il brand.

Il customer care sui social media è poi un altro elemento da non sottovalutare: a volte, infatti, si può correre il rischio di rispondere in maniera poco consona o di cancellare commenti o messaggi soltanto perché critici nei confronti del proprio brand. In realtà, i feedback degli utenti sono importanti sempre, di qualsiasi natura essi siano, e anche quelli negativi possono essere trasformati in opportunità per migliorarsi continuamente.

In conclusione, i social media rappresentano ormai un canale di comunicazione aziendale indispensabile, che non può però essere utilizzato senza una strategia alle spalle e una gestione coerente dei canali che si vanno ad attivare.

 

Comment, Like, Share

AW LAB: Social Media Driven Co-branded Campaign

AW LAB ha utilizzato la piattaforma di marketing automation di Selligent per promuovere un evento in co-branding con Nike. Scopri come AW LAB è riuscito ad aumentare il numero di opt-in e a generare un forte engagement per il suo evento.

Per saperne di più +

AW LAB ha utilizzato la piattaforma di marketing automation di Selligent per promuovere un evento in co-branding con Nike. Scopri come AW LAB è riuscito ad aumentare il numero di opt-in e a generare un forte engagement per il suo evento.

Per saperne di più +

Guarda la nostra piattaforma IN AZIONE

Prenota una demo