Che cosa si intende con il termine omnicanalità? Quali sono i principali ambiti di applicazione e gli elementi fondamentali in una strategia di marketing omnicanale?

 

L’omnicanalità è ormai diventata una prerogativa del marketing moderno. Attraverso il marketing omnicanale, infatti, si va a creare un’esperienza utente a tutto tondo, grazie all’utilizzo di tutte le piattaforme e i canali pubblicitari e di vendita a disposizione. In questo modo i clienti vengono spinti all’acquisto in modi diversi e in qualsiasi momento del loro customer journey. Una buona strategia omnicanale dipende molto dal prodotto e dal profilo del cliente, basato su un’ampia e approfondita analisi dei dati. Ma che cos’è l’omnicanalità e quali sono le applicazioni pratiche nel marketing?

 

Cos’è l’omnicanalità? Il significato

Nel definire cos’è l’omnicanalità è importante considerare che al centro di questa nuova impostazione strategica c’è il cliente, a cui si vuole fornire un’esperienza integrata su tutti i touch point. Il significato di omnicanalità è quindi strettamente legato alla capacità dei marketer di seguire il comportamento degli utenti, gestendo in tempo reale la comunicazione su diversi punti di contatto sia online che offline e adottando strategie di marketing basate sull’analisi dei dati, ovvero data driven. La principale differenza fra omnicanalità e multicanalità sta nel fatto che, grazie a al marketing omnichannel, i vari elementi che compongono l’esperienza utente si integrano e incontrano fra di loro senza rotture.

Il marketing omnicanale ha preso sempre più piede perché il consumatore si è trasformato nel tempo: i clienti di oggi non distinguono più fra online e offline e interagiscono con il Brand attraverso touchpoint diversi, aspettando per ciascuno di questi di vivere sempre la stessa esperienza in real time. Di conseguenza le aziende hanno dovuto cercare di adattarsi a questa nuova richiesta di uniformità nell’esperienza di acquisto e di contatto. Con l’omnicanalità il consumatore diventa il vero protagonista e si viene a creare un sistema interconnesso fra tutti i punti di contatto. In questo senso si crea un trasferimento di dati fra i diversi canali e si adottano strategie di contenuto coerenti, di modo appunto che l’utente possa interagire con il Brand senza avere interruzioni nel passaggio da un touchpoint all’altro.

 

Marketing omnicanale, le principali applicazioni

L’applicazione del marketing omnicanale si basa su un approccio data driven. Attraverso la valorizzazione dei dati, la loro raccolta, analisi ed elaborazione è possibile andare a intercettare i consumatori in modo coerente e personalizzato durante tutte le fasi d’acquisto. Una data strategy ben precisa su cui si basa l’omnicanalità nella comunicazione si suddivide in tre attività principali:

  • data collection, ovvero la fase in cui tutti i dati presenti in azienda, sia interni che esterni, vengono raccolti e integrati;
  • data analysis, dove i dati vengono analizzati ed elaborati con lo scopo di creare una vista unica e completa sul consumatore;
  • data execution, il momento applicativo in cui i dati vengono usati per varie iniziative di marketing, comunicazione e simili.

Per rendere maggiormente efficaci le campagne omnichannel un valido aiuto è dato dalla marketing automation. Grazie a questo strumento è possibile automatizzare i processi di raccolta, analisi ed elaborazione dei dati e, di conseguenza, ottimizzare e rendere personalizzate le comunicazioni verso clienti potenziali e attuali. Basata quindi su dati e informazioni raccolte sui consumatori, l’omnicanalità applicata al marketing è un potente alleato per andare a intercettare gli utenti non al momento giusto e nel posto giusto, ma sempre e ovunque.  

Comment, Like, Share

I consigli per un marketing omnichannel di successo

Scopri cosa sta ostacolando l'adozione di un marketing omnichannel nella tua azienda e segui i nostri consigli per implementare una strategia omnicanale di successo.

Leggi di più +

Guarda la nostra piattaforma IN AZIONE

Prenota una demo