Ogni marketer che si rispetti è impegnato a soddisfare la sua audience con email creative, personalizzate e tempestive. Il suo lavoro è sprecato se questi messaggi rimbalzano o finiscono nella cartella dello spam.

Gli Internet Service Provider (ISP) e i loro meccanismi di difesa sono più attenti che mai nel cercare di proteggere gli utenti da email non richieste e dannose. Metodi e tecniche per far fronte a questo problema sono cambiati negli anni, ma uno dei principali strumenti utilizzati è l'autenticazione delle email.

Cos’è l’autenticazione delle email?

Autenticazione delle email si riferisce a una serie di tecniche volte a fornire informazioni verificabili sull’origine di un messaggio email, convalidando le identità di tutti gli attori coinvolti nel trasferimento e/o nella modifica di un messaggio.

Quali metodi di autenticazione utilizzano gli ISP? 

I tre principali metodi di autenticazione delle email attualmente usati dagli ISP sono SPF, DKIM e DMARC. L’autenticazione può essere realizzata con l’impostazione dei registri SPF e DKIM nel Domain Name System (DNS):

SPF sta per Sender Policy Framework: autentica gli indirizzi IP del mittente (ovvero il vettore del messaggio). SPF è un sistema di convalida delle email progettato per bloccare lo spam, individuando l’email spoofing, una vulnerabilità comune, attraverso la verifica degli indirizzi IP dei mittenti. SPF permette agli amministratori di specificare quali server di email possono inviare email per conto di un dato dominio. Ciò crea una specifica registrazione SPF (o registrazione TXT) nel DNS, che è quindi utilizzata dagli ISP per convalidare le email.

DKIM sta per DomainKeys Identified Mail: autentica il dominio email utilizzato per l'invio del messaggio. Essenzialmente, si tratta di un metodo per associare il nome di un dominio a un messaggio email. Permette a una persona o a un’azienda di assumersi la responsabilità del messaggio. L’associazione è impostata per mezzo di una firma digitale, che può essere convalidata dai destinatari. La responsabilità viene assunta da un firmatario, che agisce indipendentemente dall’autore o dal destinatario del messaggio, aggiungendo un campo per la firma DKIM all’intestazione del messaggio. Questo campo è il marchio di un’email autenticata, rispetto all’indirizzo di un mittente che è stato falsificato dagli spammer.

DMARC significa Domain Message Authentication Reporting and Conformance: si tratta di una policy che i domini attenti alla sicurezza pubblicano per specificare chiaramente di quali meccanismi SPF e DKIM un dominio si avvale e in quali circostanze l’indirizzo email di un mittente va considerato legittimo. Si tratta anche di un meccanismo di reporting per le azioni svolte secondo queste policy.

Che succede se non si utilizzano SPF e/o DKIM?  

Per le attività legittime, l’autenticazione è d’obbligo. È essenziale mettere in sicurezza il tuo brand e la tua reputazione online. Ma quel che è più importante, se non autentichi le email con SPF, i tuoi messaggi saranno bloccati immediatamente. Se non utilizzi l'autenticazione DKIM, i tuoi messaggi saranno segnalati e ridiretti nella cartella dello spam senza altre considerazioni. 

Quindi cosa dovresti fare in qualità di mittente?

La best practice per gli email marketer sarebbe l’autenticazione della tua email con entrambi i metodi, oltre alla pubblicazione di una politica DMARC per il tuo dominio. Non solo ciò renderà più difficile falsificare le tue email ma, cosa più importante, migliorerà le possibilità che i tuoi messaggi siano accettati dagli ISP e possano raggiungere i destinatari voluti.

SPF e DKIM sono metodi di autenticazione standard nel settore, che andrebbero usati per segnalare che il tuo brand è un mittente legittimo. Infatti, gli ISP spesso forniscono strumenti essenziali di deliverability, quali feedback loop e programmi whitelist, solo ai mittenti che si avvalgono di pratiche di autenticazione per le email.

Se non sei sicuro che le tue email siano autenticate, verifica immediatamente con il tuo ufficio IT o il provider di email.

Email Insights

Noi di Selligent Marketing Cloud crediamo nel miglioramento costante della qualità dei dati, quindi abbiamo creato Email Insights: un servizio che rende semplice garantire un posizionamento migliore nella casella di posta in arrivo ancor prima di inviare la prima email, grazie a controlli qualità e report dettagliati sulle liste di email.

Con Email Insights è possibile verificare le nuove audience per diminuire il rischio di bounce e migliorare la reputazione di mittente. Una volta attivati SPF e DKIM, il team di marketing può concentrarsi su quel che conta davvero: l'invio dei messaggi che i consumatori vogliono ricevere.

 

Comment, Like, Share

Email Insights: come ottenere un posizionamento migliore nell'inbox

Scopri in che modo Email Insights di Selligent Marketing Cloud può aiutare il tuo team di marketing a eseguire facilmente controlli di qualità e a generare report dettagliati sulle tue liste di email. Garantisci un posizionamento all'interno dell'inbox più elevato prima ancora di inviare la tua prima email.

Leggi di più +

Guarda la nostra piattaforma IN AZIONE

Prenota una demo