Come trovare il tone of voice giusto per la propria azienda?

 
 

Cos’è il tone of voice e perché è fondamentale per un’azienda? Quali sono le strategie e gli elementi da tenere in considerazione nella definizione del tono di voce?

 

Il tone of voice rappresenta lo stile comunicativo con cui l’azienda intende presentarsi al mercato, ai clienti e a nuovi potenziali consumatori. In questo senso è importante definire sin dalla creazione del brand stesso quale sarà il tono di voce che lo contraddistinguerà poi per il resto della sua esistenza. Nella definizione della brand voice è importante considerare l’azienda come una vera e propria persona: in quanto tale, deve avere valori chiari e netti, così come un preciso “modus operandi”.

Ma che cos’è esattamente il tone of voice? E quali sono le strategie per costruire una brand voice che rispecchi i valori e gli obiettivi aziendali?

 

Tone of voice, cos’è e perché è importante per un’azienda?

Il tone of voice di un’azienda potrebbe essere definito come lo stile, la personalità e il modo di porsi del brand nei confronti dei propri interlocutori, e in particolare nella relazione con i clienti. Proprio come le persone, anche le aziende si riconoscono per il modo in cui si esprimono, per le parole che utilizzano e per il modo in cui affrontano gli argomenti che le toccano da vicino.

Nel caso specifico della brand voice, quest’ultima può essere definita come l’insieme di azioni fondamentali per declinare un contenuto, dando una forma e una cornice precisa ai messaggi pubblicati sui diversi mezzi di comunicazione utilizzati. In generale il tono di voce è un elemento aziendale molto sottile, fondamentale anche per la gestione dei clienti, e che dovrebbe essere caratterizzato da:

  • spontaneità;
  • originalità;
  • stile.

Il consiglio è di evitare le formule stereotipate del linguaggio aziendale: l’ideale sarebbe effettuare un’analisi non soltanto di come i competitor si muovono nella propria comunicazione, ma anche di come i clienti o potenziali tali si esprimono. La brand voice dovrebbe infatti riuscire a far percepire l’azienda come una realtà quanto più vicina possibile ai bisogni e alle esigenze degli interlocutori, con cui poter comunicare senza barriere e che si distingue rispetto ai concorrenti che presidiano lo stesso mercato.

Il tone of voice diventa in questo senso un tassello fondamentale all’interno delle comunicazioni personalizzate che vengono diffuse attraverso canali quali le email, il sito web e le notifiche push. Impostare correttamente il tono di voce anche su simili canali è importante per far trasparire al meglio il messaggio che l’azienda vuole comunicare al suo target di riferimento.

 

Come definire la brand voice in un’azienda?

La definizione del tone of voice di un’azienda dovrebbe prevedere differenti fasi, ovvero:

  • analisi e studio del target che si vuole raggiungere;
  • studio e scelta degli obiettivi di marketing, a cui il tono di voce dovrà aderire;
  • designazione delle parole giuste e di quelle da evitare, perché la brand voice si esprime attraverso l’utilizzo e l’abolizione di formule ed espressioni che rispecchiano la personalità e il valore dell’azienda.

Per declinare la comunicazione sulla base del giusto tone of voice, diventa quindi fondamentale sapere quali sono valori, vision e mission aziendali: il tono di voce in questo senso diventerà una sorta di soggetto tridimensionale, che avrà il compito di narrare gli elementi fondanti dell’azienda e il suo comportamento tramite l’uso coerente dei canali a disposizione e di linguaggi specifici.

Un’altra strategia utile per definire un tone of voice aziendale chiaro e specifico consiste nel creare uno storyboard in cui illustrare dialoghi ipotetici con i propri stakeholder e con i clienti, oltre a uno o più documenti utili per sottolineare la componente narrativa del brand. Anche l’astrazione aiuta molto nella creazione del proprio tono di voce. In questo senso può essere molto utile umanizzare l’azienda, costruendo una sorta di “scheda del personaggio”, in cui il brand viene definito tramite la metafora del personaggio. Andranno quindi evidenziati elementi come l’aspetto fisico, il comportamento, i valori, la storia e il background, le passioni e i punti di forza e debolezza.

Un ultimo aspetto fondamentale in una strategia per definire il tone of voice di un’azienda è il cosiddetto dizionario del brand. Al suo interno dovranno essere inseriti i messaggi chiave, il linguaggio da usare e le parole chiave che andranno a caratterizzare tutta la comunicazione aziendale.

In conclusione, un buon tono di voce si dovrà quindi basare su principi e concetti base, quali l’onestà, la passione, la personalità, la chiarezza e la reciprocità, elementi fondamentali per far sì che l’azienda non soltanto venga riconosciuta, ma anche ammirata e stimata da concorrenti e clienti.

Guarda la nostra piattaforma IN AZIONE

Prenota una demo