Che cos’è un approccio di data driven marketing? Quali sono i benefici che porta e quali le applicazioni in ambito strategico?

 

Che i dati siano ormai diventati fondamentali per impostare una strategia di marketing è un’evidenza risaputa. L’unione fra il marketing tradizionale e le tecnologie che raccolgono e analizzano i dati relativi agli utenti ha dato origine a un nuovo approccio, conosciuto come data driven marketing. Ma che cosa si intende con questo termine? Quali sono i benefici che porta l’adozione di una data driven strategy e come applicarla?

 

Cos’è il data driven marketing?

Il data driven marketing è un approccio in cui vengono messi al centro delle strategie di comunicazione i big data raccolti sugli utenti. Lo scopo di questa tipologia di marketing è comprendere meglio le esigenze dei clienti, di modo da progettare una strategia e una user experience ottimizzate e funzionali.

Fino a qualche anno fa il marketing si basava su buyer passivi, ovvero individui con un profilo impreciso verso cui venivano veicolate campagne promozionali e ADV. Con lo sviluppo delle nuove tecnologie e delle piattaforme CRM è stato invece possibile sfruttare i dati degli utenti relativi alle abitudini di navigazione su Internet e alle loro interazioni sui social media, per creare strategie più mirate e puntuali. I buyer sono quindi diventati attivi, ovvero individui potenzialmente interessati a un’offerta perché hanno compiuto ricerche online su un determinato prodotto o servizio.

In questo senso oggi è possibile creare un’integrazione di dati molto differenti fra di loro, come:

  • tempo di permanenza su un sito;
  • contenuti cercati;
  • frequenza degli acquisti;
  • scontrino medio;
  • localizzazione;
  • iscrizione alla newsletter.

Dalla somma di questi consumer insights si viene quindi a delineare un profilo utente molto dettagliato e completo: il marketing ha quindi la possibilità di elaborare strategie multicanale delineate e precise sulla base di queste informazioni, andando di conseguenza a migliorare la visibilità del brand, a incrementare le vendite e a ridurre il tasso di abbandono.

 

Quali sono i vantaggi e le applicazioni di una data driven strategy?

Il data driven marketing presenta quindi evidenti vantaggi e applicazioni pratiche. Come prima cosa adottando questo approccio si vanno a creare relazioni personalizzate, uniche e irripetibili con clienti e prospect, per i quali si forniscono soluzioni ad hoc sulla base delle loro esigenze e preferenze. Dai consumer insights si evince poi la possibilità di attuare strategie di real-time marketing: nei diversi micromomenti in cui l’utente si relaziona con il brand, i marketer intervengono con messaggi, contenuti e informazioni di valore, non invasive e che vengono in aiuto del consumatore nel momento in cui ne ha bisogno.

Costruendo una data driven strategy si hanno infine a disposizione informazioni su diversi aspetti della vita dei clienti o dei prospect, come abitudini, hobby, interessi personali. Questo permette all’azienda di conoscere in profondità il proprio target di riferimento, che viene clusterizzato in modo puntuale, definendo quindi promozioni e messaggi più efficaci ed efficienti.

Comment, Like, Share

Data-Driven Marketing: 5 step per un database efficiente

Scarica l’ebook di Selligent Marketing Cloud sul Data-Driven Marketing e scopri come costruire un’architettura dei dati più efficiente per sfruttare i dati in modo intelligente e risolvere i tuoi problemi di marketing.

Per saperne di più +

Scarica l’ebook di Selligent Marketing Cloud sul Data-Driven Marketing e scopri come costruire un’architettura dei dati più efficiente per sfruttare i dati in modo intelligente e risolvere i tuoi problemi di marketing.

Per saperne di più +

Guarda la nostra piattaforma IN AZIONE

Prenota una demo